uwphotographers: UWP: MARCO COLOMBO

Friday, January 20, 2012

UWP: MARCO COLOMBO






























Sinuosità
foto vincitrice del concorso
Wildlife Photographer of the Year 2011
nella sezione “Animal Portraits”





Marco Colombo was born in 1988; since he was a child, he was interested in nature, and looked for snakes, spiders, insects, touched tree barks, spied wild boars and foxes, admired the Sea and its colourful inhabitants. In 1999-2000 he started taking photographs together with his father, trying to join his passion for nature and congealing moments of natural life. He also starts making some research, especially on European scorpions and spiders, without forgetting his interests for all natural contexts. After learning main rules of photography, the meeting of some great wildlife photographers permitted him to improve skills and visions of surrounding world. He has been taking photographs on transparencies for some years, than he had to adopt a digital system (initially without conviction, but in the end satisfied). By 2002-2003 he started scubadiving, and this practice permitted him to see and take analogical photographs with the Nikonos V of some species hardly seen while snorkelling; by 2011 he takes underwater photographs with a Nikon D90 and an Isotta housing, both in the Mediterranean and in freshwater environments. Graduated with a thesis on nocturnal activity of the European Asp (Vipera aspis), he is currently studying Natural Sciences in Università degli Studi di Milano, Italy. He has published photographs, papers and divulgative articles on several magazines; he also wrote two books about terrestrial and marine invertebrates of Sardinia together with Bruno Manunza. He realized two exhibitions, the first about Sardinian wild orchids with Bruno Manunza (2009), and the second about Italian reptiles and amphibians with Matteo Di Nicola (2011-2012). Some of his photographs have won or received special mentions in some international photo contests, first of all the prestigious Veolia Environnement Wildlife Photographer of the Year 2011 in which he won the “Animal Portraits” category with the photograph of a grass snake near a little waterfall. He thinks curiosity and passion, together with respect and awe for natural environments, to be the strength that should drive any “être à deux pieds sans plumes”. A selection of his photographs can be seen at www.calosoma.it



MARCO COLOMBO
Nato nel 1988, Marco Colombo si interessa, da quando i suoi sensi glielo permettono, di natura. Dopo aver trascorso un'infanzia a cercare bisce, ragni, insetti di ogni genere, toccare cortecce, pedinare cinghiali e volpi, scrutare il Mare ed i suoi variopinti abitanti, intorno al 1999-2000 muove insieme a suo padre i primi passi nell'ambito della fotografia naturalistica, cercando di coniugare la passione per la natura ed il congelamento degli istanti. A questa attività unisce lavori di ricerca, in particolare relativamente a scorpioni e ragni europei, mantenendo però grande interesse per tutti gli ambiti delle scienze naturali. Dopo aver appreso le basi della fotografia, l'incontro con esperti fotografi naturalisti gli permette di arricchire la propria concezione di fotografia naturalistica ed il suo modo di vedere ciò che lo circonda. Fotografa per alcuni anni su diapositiva, per poi doversi convertire, inizialmente suo malgrado ma in seguito con piacere, al digitale. Dal 2002-2003 inizia un percorso di apprendimento delle tecniche di immersione ricreativa, il che amplia in qualche modo le possibilità di scatti subacquei (in analogico con la mitica Nikonos V) ad organismi in alcuni casi difficilmente osservabili in apnea; dal 2011 fotografa sott’acqua con una Nikon D90 scafandrata Isotta, sia in Mediterraneo che in acqua dolce. Laureato in Scienze Naturali con una tesi sull'attività notturna della vipera comune (Vipera aspis), attualmente studia Scienze della Natura presso l'Università degli Studi di Milano. Ha pubblicato foto, articoli scientifici e divulgativi su diverse riviste del settore. Ha curato i due volumi della collana sulla Fauna della Sardegna relativi agli Invertebrati terrestri e agli Invertebrati marini insieme a Bruno Manunza, con il quale ha anche all’attivo una mostra sulle orchidee spontanee della Sardegna allestita nel 2009 presso il Parco Regionale di Porto Conte; nel 2011-2012 ha realizzato inoltre la mostra itinerante “Gli ineffabili, alla scoperta di rettili e anfibi italiani” in collaborazione con Matteo Di Nicola. Alcune sue foto hanno vinto o ricevuto menzioni speciali in diversi concorsi internazionali, primo fra tutti il prestigioso Veolia Environnement Wildlife Photographer of the Year 2011 nel quale una foto di natrice dal collare accanto ad una cascatella ha vinto il primo premio nella categoria “Animal Portraits”. Ritiene che curiosità e passione, oltre al rispetto per gli ambienti naturali e gli organismi che li popolano, siano il motore che dovrebbe muovere ogni “bipede implume”. Una selezione di sue foto è visionabile al sito www.calosoma.it